top of page
  • Immagine del redattore1BOARD

FRONTLINE WORKERS INCLUSI E MOTIVATI: COME?


I lavoratori in prima linea, universalmente riconosciuti come “frontline workers”, essendo generalmente il primo elemento di contatto diretto con il cliente finale è indubbio che rappresentino un organo vitale nella crescita, nei successi nondimeno nella reputazione di qualsiasi azienda.



Il problema è che spesso queste persone che operano anche in gruppi fisicamente distanti tra loro non godono delle stesse attenzioni riservate ai colleghi della sede centrale in merito ad informazione, coinvolgimento ed ascolto, in alcuni casi possano anche raggiungere l'80% della forza lavoro. Il risultato? Possono sentirsi disconnessi e lontani dalla visione e dai valori aziendali, cosa che rende ogni giorno più difficile il processo di recupero e di inserimento in una visione condivisa del futuro dell’organizzazione.


La pandemia è stata dura per i lavoratori di ogni tipo. I lavoratori in prima linea hanno davvero sopportato il peso maggiore dei rischi per la salute e delle preoccupazioni dei clienti. Questo ha ingenerato in molti di loro frustrazione e demoralizzazione; molti frontline workers, quelli senza scrivania per intenderci, pensano che le strategie di coinvolgimento dei dipendenti siano lontane dalla loro realtà e dalle relative responsabilità quotidiane.


È quindi fondamentale per il successo di qualsiasi organizzazione garantire che le prassi di coinvolgimento risuonino forti e chiare, che siano al tempo stesso semplici ma complete ed efficaci. Il coinvolgimento dei collaboratori infatti non è qualcosa che si può migliorare con azioni estemporanee, a singhiozzo. Gli sforzi in tal senso devono essere continui e presuppongono piani studiati con metodo, attenzione e sensibilità per essere efficaci.


Ecco i nostri suggerimenti o di mettere in atto queste strategie per aumentare il morale, la fidelizzazione e la produttività.


1. Rendere le informazioni accessibili da qualsiasi luogo


Il personale in prima linea non trascorre le giornate seduto alla scrivania: deve poter accedere a informazioni vitali dell’azienda da una varietà di postazioni. Indispensabile dunque semplificare l'aggiornamento delle notizie e degli aggiornamenti aziendali in movimento con una soluzione per l'ambiente di lavoro digitale a cui è possibile accedere da dispositivi mobili, chioschi e desktop.


Le comunicazioni interne con i lavoratori in prima linea dovrebbero consentire loro di vedere cosa sta succedendo all'interno dell'organizzazione e di cercare e filtrare facilmente le informazioni. Quando si inizia a rendere le informazioni ampiamente accessibili a tutto il tuo personale, questo si sentirà informato, sicuro e certamente di riflesso più produttivo.


2. Creare contenuti stimolanti


Per invogliare i collaboratori in prima linea ad accedere regolarmente alle comunicazioni interne bisogna dare vita alle notizie aziendali, concentrandosi sul racconto di storie avvincenti sulla organizzazione e sulle singole persone, includendo elementi visivi accattivanti come foto e video. Con una solida strategia di comunicazione interna, si possono sviluppare narrazioni avvincenti che aiutino il personale a capire come siano parte integrante e sostanziale nel successo complessivo dell'azienda.


Per la parte realizzativa è possibile utilizzare strumenti di pubblicazione creando contenuti coinvolgenti e accattivanti che aiutino il personale a comprendere il proprio ruolo all'interno dell'azienda.


3. Dare priorità alla cultura aziendale e all'esperienza dei collaboratori


Nel corso dell’ultimo biennio, si è registrato un numero record di persone che hanno lasciato il lavoro, a volte senza che ne sia stato istituito uno nuovo. Nelle donne in particolare si sono registrati alti livelli di burnout. In ambienti di lavoro ibridi, dove alcuni collaboratori lavorano in prima linea e altri sono ancora remoto, può essere difficile riconoscere i segnali di criticità nel personale per costruire di conseguenza dei percorsi che favoriscano la rimotivazione e focalizzazione legata alla esperienza e alla cultura aziendale.


Fornire esperienza ai dipendenti implica lo sviluppo di una strategia efficace oltre all'utilizzo di strumenti giusti, sicuramente comprendenti supporti digitali. Ma la parte fondamentale riguarda il metodo e le priorità da soddisfare e mettere in atto. Un esempio: i dipendenti che ricevono un feedback quotidiano dal proprio manager hanno il triplo delle probabilità di essere motivati rispetto a quelli che lo ricevono molto meno frequentemente.


4. Favorire le connessioni sul posto di lavoro


Le connessioni digitali sul posto di lavoro sono importanti per tutti i tipi di personale, inclusi i lavoratori in prima linea. Fornendo ai collaboratori in prima linea soluzioni digitali facili e intuitive da usare, si apre l'opportunità di connettersi con tutti i colleghi all'interno dell’organizzazione. Ciò significa che possono sviluppare un senso di comunità e connessione completa con l’azienda, migliorando soddisfazione e produttività.


Per fare ciò, è importante utilizzare strumenti digitali coinvolgenti che rispecchino i social network popolari che lo staff probabilmente già utilizza nella vita personale e professionale. È necessario rendere la curva di apprendimento facile da superare. Inoltre, bisogna assicurarsi che sia semplice per il personale poter entrare facilmente in contatto con i colleghi salvaguardando in ogni caso la privacy di ognuno e mettendo a tale scopo in atto tutti i meccanismi di salvaguardia e protezione.


5. Rendere visibile la leadership


Per superare un momento difficile sul lavoro, lo staff deve sentirsi unito e coeso. Operazione che può diventare se le persone che lavorano in prima linea non vedono, non ascoltano o non interagiscono mai con i dirigenti senior.


Le persone vogliono sentire i loro leader sul posto di lavoro e vogliono ottenere in anteprima da loro informazioni importanti riguardanti eventi, attività, successi ma soprattutto crisi, non attraverso i social media o il pericolosissimo passaparola. È fondamentale che i dirigenti comunichino regolarmente con il personale in prima linea in modalità, dirette, chiare e sincere.


Opportuno anche scegliere i canali con cui è più facile che le persone possano interagire, tenendo conto delle pressioni delle loro giornate lavorative. Attraverso questa conversazione intenzionale e personalizzata, i manager possono stabilire contatti efficaci, usando il giusto tono di supporto e una comunicazione aziendale davvero aperta.


6. Dare ascolto continuo e risposte tempestive


Ogni collaboratore può avvertire la necessità di essere supportato dai colleghi prevalentemente per bisogni professionali ma anche per quelli personali. È importante che l’azienda metta a disposizione di ogni singolo lavoratore dei servizi di ascolto e risposta che possano soddisfarlo in tempo rapido. Quali possono essere gli ambiti è molto semplice: dalla manutenzione del luogo di lavoro ai problemi burocratici, dai dubbi tecnici a quelli informatici, dalla gestione amministrativa ai supporti medici, alla sicurezza. Questi alcuni esempi in area professionale. In ambito personale invece potrebbero essere richieste informazioni sul welfare o su particolari necessità familiari, piuttosto che assistenza psicologica.

Il ventaglio dei servizi di ascolto ai lavoratori può essere estremamente vasto. Ciò che è importante è che ogni persona si senta supportato in toto dai colleghi pronti ad intervenire per ascoltare le sue domande e farsi carico di dare risposte efficaci e risolutive.

E tutto questo deve essere costantemente a disposizione di ognuno in forma digitale, evitando la frustrazione di telefonate a vuoto per cercare colleghi oppure dell’invio di mail che mai ottengono risposte; serve che tutto sia immediato e a portata di smartphone.




Concludendo. I collaboratori in prima linea devono essere coscienti che sono parte integrante e fondamentale per il successo e lo sviluppo della cultura aziendale. È necessario quindi sostenere con forza tutte le azioni e la comunicazione che mantengano solido il legame con ognuno e che possano stimolare continuamente la motivazione e passione per il proprio lavoro. In questo tecnologia, metodo e contenuti sono gli assi fondamentali. Gli stessi che 1BOARD applica in qualsiasi progetto di sviluppo di community che siano inclusive, coinvolgenti e stimolanti per creare quell’ambiente di lavoro sereno, disteso e appagante per ogni persona.


Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page